martedì 17 maggio 2011

Ginnastica antidepressiva

5300851940_83e5762961_b.jpeg (640×438)
Una attività fisica moderatamente intensa e frequente riduce i sintomi clinici della malattia nei casi non gravi con risultati comparabili a quelli offerti da terapie farmacologiche e cognitive. La dimostrazione arriva da uno studio della University of Texas Southwestern Medical Center a Dallas pubblicato sul Journal of Preventive Medicine e indica per la prima volta la palestra come un buon tappeto per la lotta alla depressione.

Lo studio. Nell’indagine individui con depressione non grave tra i 20 e i 45 anni hanno beneficiato di una riduzione dei sintomi depressivi quasi del 50 per cento partecipando a 30 minuti di ginnastica aerobica da fare da un minimo di 3 volte a settimana (ideale 5 volte a settimana). “L'effetto prodotto dall'attività fisica da sola nel trattamento della depressione clinica”, ha dichiarato entusiasta il coordinatore dello studio Madhukar Trivedi, “è del tutto simile a quello offerto dagli antidepressivi e la chiave del successo della ginnastica sta nell'intensità degli esercizi svolti”. “Non è certo una terapia per deboli di cuore”, ha aggiunto l’esperto in tono di scherzo. I suoi risultati derivano da esperimenti condotti su 80 pazienti suddivisi in cinque gruppi per differenti regimi di allenamento fisico. I primi due gruppi dovevano svolgere attività fisica moderatamente intensa tre o cinque volte a settimana per 30-35 minuti; altri due gruppi attività fisica di bassa intensità tre o cinque volte a settimana per 30-35 minuti. Infine il quinto gruppo solo 20 minuti di stretching per tre volte a settimana. Il regime di allenamento per i primi quattro gruppi comprendeva molto semplicemente cyclette e tapis-roulant. Dopo tre mesi di allenamento i primi due gruppi mostravano una riduzione del 47 per cento dei sintomi depressivi, il terzo e quarto gruppo del 30 per cento, infine il quinto gruppo del 29 per cento.

Le prospettive. Poiché la depressione è in molti casi vissuta ancora come una malattia da nascondere contribuendo al fatto che solo il 23 per cento degli individui depressi segua terapie standard, l'esercizio fisico potrebbe divenire un'ottima alternativa agli psicofarmaci per molti individui con una diagnosi di depressione non grave.
DSC_0319.jpeg (640×425)
DSC_0320.jpeg (640×425)
immagini via talesofendearment.blog

Nessun commento:

Posta un commento